Paolo Rossi

Cari lettori,

da oggi trovate Contropiede con una veste grafica completamente rinnovata, e soprattutto con un nuovo “marchio”, quello de ilGiornale.it.
È per noi infatti motivo di grande orgoglio potervi annunciare che dopo poco più di due anni e mezzo di vita il nostro piccolo blog sportivo è stato adocchiato da uno dei maggiori quotidiani italiani di informazione online, che ci ha proposto di entrare a far parte della propria galassia informativa.

Da oggi, dunque, quando digiterete contropiede.net sulla vostra tastiera sarete automaticamente reindirizzati a contropiede.ilgiornale.it, ma non spaventatevi, perché questo è l’unico vero cambiamento. Al di là della “griffe” de Il Giornale e di una nuova impostazione grafica più in linea con le esigenze editoriali di un sito come il nostro, Contropiede continuerà ad essere lo stesso.

campioni del mondoNella nostra ancor breve esistenza abbiamo sempre cercato di fornirvi quotidianamente contributi originali, di approfondimento e colore sul mondo dello sport che tanto ci affascina: non sempre siamo riusciti ad essere all’altezza delle vostre aspettative, talvolta non vi siamo piaciuti, ma il fatto che dopo due anni e mezzo siamo ancora qui significa che tutto sommato ci apprezzate e continuate a seguirci. E quello che abbiamo fatto fino ad oggi continueremo a farlo tale e quale: saremo sempre noi, in assoluta indipendenza, a dettare la linea editoriale, e a gestire Contropiede come abbiamo sempre fatto. In pratica, per voi lettori, non cambierà assolutamente niente.

Per noi invece qualcosa cambierà, perché con ilGiornale.it avremo la possibilità di acquisire maggiore visibilità nell’intricato mondo del web, e questo non ci può che responsabilizzare ancora di più. Non siamo infatti a un punto d’arrivo, ma a un nuovo punto di partenza, dove avremo ancora bisogno di voi, affezionati lettori, che dobbiamo ringraziare di cuore. Se siamo finiti nel mirino di un colosso dell’informazione nazionale è infatti grazie a voi, che ci avete permesso di crescere articolo dopo articolo grazie ai vostri clic, ai vostri commenti, alle vostre critiche e ai vostri apprezzamenti.

Quando la storia di Contropiede cominciò il 7 novembre del 2011, affermammo di essere «al calcio d’inizio di questa avventura». Ora siamo al calcio d’inizio del secondo tempo, e il secondo tempo è sempre quello più affascinante, perché è quello in cui la partita entra nel vivo. E noi, ovviamente, lo giocheremo sempre in contropiede.

Un altro modo di raccontare lo sport.

17 Commenti a “Un secondo tempo… in Contropiede

    1. facebook-profile-picture
        1. facebook-profile-picture

Rispondi