galliani e braida

Caro direttore,

leggevo molto contrariato l’articolo di Filippi intitolato Milan ci sei arriPato, e mi chiedevo dentro di me: “a fare cosa?”.
Sono dell’idea che tutta questa situazione sia una grossa sconfitta da parte del Milan, in particolare della dirigenza rossonera, di Galliani e Braida. (Tra l’altro il secondo soggetto ripreso anche ieri da Paolo Maldini che su Repubblica lo accusava di non saper fare più il suo lavoro).
Perché? Basta guardare i numeri del Papero e si capisce tutto. Ha fatto più di 60 gol in 150 partite. Ha 23 anni, ed è arrivato al Milan come promessa.

Provo ad elencare tutti gli errori che la società rossonera ha commesso:

galliani e braida1. Arrivato al Milan come giovane e minuto ragazzo brasiliano, è stato trasformato in un uomo che ora peserà più di 80 kg, tutto muscoli. Siamo sicuri che il fisico era adatto a tenere una muscolatura del genere?

2. Non si può permettere ad un calciatore di avere una relazione con una dirigente della società (per lo più figlia del Boss), relazione che ha influito negativamente in questi due ultimi anni.

3. Il vecchio e buon MilanLab, capace di rimettere in piedi giocatori come Crespo, Redondo, Ronaldo, Gattuso e per ultimo Cassano, possibile che non sia riuscito a capire come muoversi su questo giocatore dagli infortuni cronici? Perché ora in Brasile si sente “noi sappiamo come curare Pato” ?

4. Se proprio bisognava venderlo, perché non l’anno scorso? La frenata di Berlusconi, direte voi, ma quante volte Galliani ha fatto cambiare idea al Presidente?! Non credo a questa favola, c’è sotto sicuramente altro.

Un tifoso rossonero

PS. È chiaro che tante colpe pendono dalla parte del giocatore, una su tutte: perchè continui a farti le foto su Instagram che sembri una Satta qualunque?!

Un altro modo di raccontare lo sport.

0 Commenti a “«Tutti gli errori del Milan su Pato»

Rispondi