italia difesa a terra

 

Il dibattito

 

Giacomo Moccetti: Sconfitta senza appello con la Russia, non vince una partita da 212 giorni. Ed ecco, distratti da calcio scommesse e affini, ci accorgiamo che la nazionale è tutt’altro che in forma. Fra una settimana ci aspetta la Spagna, e la stessa squadra che lo scorso agosto ebbe la meglio sui campioni del mondo e che nei due anni di gestione Prandelli aveva messo in mostra un bel calcio è diventata improvvisamente un’incognita. Io sono piuttosto preoccupato.

 

Alberto Coghi: Già, c’è da preoccuparsi. Ora tanti invocano la difesa a tre, anche Prandelli l’ha ipotizzata ieri nel post partita. In effetti Barzagli, Chiellini e Bonucci hanno giocato buona parte della stagione in una difesa a tre, quindi il CT avrebbe a disposizione un reparto già collaudato. Credi possa essere la soluzione?

 

GM: Francamente non lo so. Può essere una soluzione, ma per Prandelli non è una scelta facile, perché ha giocato due anni con la difesa a quattro e il centrocampo a rombo, e cambiare ora, a pochi giorni dall’esordio, non è scontato.

 

AC: Anche perché con la Spagna se non sei solido difensivamente rischi davvero il tracollo. Il recupero di Chiellini in questo senso sarà molto importante, ma non si può credere che sia il salvatore della patria.

 

GM: Esattamente. Chiellini è fondamentale, anche a livello di esperienza. Comunque sono dell’idea che se non c’è una netta inversione di tendenza nei prossimi giorni, con la Spagna prendiamo una batosta.

 

AC: Sempre riguardo alla difesa a tre c’è da dire che il 3-5-2 non sarebbe proprio il modulo più indicato per i giocatori che sono stati convocati. A destra un terzino di spinta come Maggio andrebbe benissimo, è abituato a giocare in questo modo e in una difesa a quattro difensivamente va in difficoltà, come si è visto bene ieri con la Russia; ma a sinistra non sono sicuro che Balzaretti si troverebbe bene, eventualmente c’è l’alternativa Giaccherini.

 

GM: Giaccherini va bene in fase di possesso, ma in fase di non possesso andremmo in difficoltà a sinistra. Sai, non sono sicuro che la difesa a tre sia la panacea di tutti i mali, anche perché non è solo una questione di difensori, ma di equilibri di squadra che non sarebbe scontato trovare in pochi giorni senza poterli testare in partita.

 

AC: A favore di un modulo in stile Juve c’è anche la posizione di Pirlo: sarebbe più libero da compiti di copertura e avrebbe maggiori possibilità di lanciare la palla. E tutto, questo è scontato, passerà proprio dai piedi di Pirlo: se toppa lui, torniamo a casa.

 

GM: Parole sante. Tanto che in Sudafrica nell’unica mezzora in cui ha giocato siamo andati vicini alla qualificazione. Qui comunque si sposta l’attenzione anche sugli altri reparti: a centrocampo Prandelli ha sempre a chiesto a Marchisio, De Rossi, Pirlo e Montolivo (o eventualmente Thiago Motta), di invertirsi di posizione per non dare punti di riferimento. Ma non è facile tornare a farlo con naturalezza dopo tanti mesi senza aver giocato gare ufficiali insieme.

 

AC: Il fatto è che, non avendo giocatori rapidi in grado di rincorrere i portatori avversari (Marchisio e Nocerino a parte), il gioco dobbiamo per forza farlo noi. Poi c’è l’attacco: il CT non ha portato alcuna punta di peso, secondo me è stato un errore, in determinate situazioni avrebbe potuto far comodo. Tutto dipenderà da come gireranno Balotelli e Cassano.

 

GM: Anche davanti Prandelli ha optato per non lasciare punti di riferimento agli avversari, vedremo se ha avuto ragione o meno. Il Cassano di ieri comunque non mi ha convinto, io forse rischierei la carta Giovinco dal primo minuto: anche ieri ha fatto capire di essere in forma smagliante, e poi ha i numeri per aprire le difese avversarie. Antonio potrebbe essere una carta da impiegare a gara in corso, come utilizzato svariate volte da Allegri.

 

AC: Qualunque siano modulo e prestazione sarà comunque dura. Speriamo abbia ragione chi dice che andrà come nel 2006 e lo scandalo aiuterà a vincere.

 

GM: Speriamo. Ma io ho paura che lo scandalo calcioscommesse faccia invece l’effetto opposto: con la Russia mi è parso di vedere una squadra in difficoltà anche dal punto di vista mentale.

 

twitter@mocc88

twitter@sissokoghi

Un altro modo di raccontare lo sport.

0 Commenti a “Serve la difesa a tre?

Rispondi