Milan - Chievo Verona

Pubblichiamo la lettera di un tifoso rossonero, che nonostante la difficile situazione non ha perso la fducia nella sua squadra e nelle qualità di Ibrahimovic e sogna ancora un sorpasso-scudetto.

 

«Noi abbiamo Ibra». Quante volte abbiamo sentito questa frase pronunciata da tifosi, dirigenti e allenatori? Quante squadre esclamando queste 3 parole hanno vinto il proprio campionato? E’ forse il caso di affermare che quest’anno la “formula” di Zlatan ha perso il suo potere magico?

Sono domande che un normale ”malato” di calcio di fronte a questo strano campionato di serie A, perché strano lo è da tutti i punti di vista, si pone. Zlatan Ibrahimovic è, non a caso, chiamato l’uomo-campionato.

 

Nelle ultime quattro squadre in cui è stato (Juve, Inter, Barça e Milan)ha vinto tutti i campionati disponibili negli ultimi 7 anni, con l’ultimo successo che risale all’anno scorso nella prima stagione rossonera di Allegri. Proprio con il mister toscano, però, sta per finire questo incantesimo. Ora siamo qui, a tre giornate dal termine del campionato, e Zlatan è davanti ad un bivio, ad un destino a due sbocchi: il primo, più difficile, è quello di continuare a proporsi come l’uomo scudetto e far vincere il diciannovesimo scudetto al Milan; il secondo, molto più semplice ed ormai quasi definitivo, è fallire per la prima volta dopo 7 campionati consecutivi e lasciare che il potente potere svanisca.

 

Non ci resta che aspettare, vedere cosa ci combina lo Zingaro, stare a guardare se prenderà il suo Milan per mano e lo porterà in testa al fotofinish oppure perderà uno scudetto strano, malato e forse anche un po’ amaro. Una volta appurato il verdetto tireremo le fila di un campionato spettacolare e discuteremo a fondo su una questione, una domanda che sorge prepotente in noi: ma è Zlatan che sta tramontando oppure c’è qualcuno, magari con il parrucchino, che è stato capace di fermarlo e gli porterà via lo scudetto?

 

Quindi a te Ibracadabra, a te ora il compito di incantarci una volta ancora e di stregare questo campionato come hai già fatto in precedenza, a te il compito di mostrarci come anche chi ce li ha finti i capelli può strapparseli.

 

Tommaso Bizzozero

Un altro modo di raccontare lo sport.

0 Commenti a “«Noi abbiamo Ibra»

Rispondi