reuters_61

14Sono disgustato da questa grancassa mediatica che osanna Messi come fosse il Messia, che osa accostarlo a Maradona e a Pelé (ma lo avete mai visto l’argentino del Barça effettuare uno stacco di testa come quello con cui O’ Rei beffò Burgnich nel ’70?!), che considera un record l’aver infilato cinque volte una squadra di cadaveri.

Non nego certamente che sia il giocatore più forte in circolazione, né tantomeno mi sogno di contestare una tecnica superlativa come la sua, ché sarei stupido. Ma permettetemi di dire che non c’è nulla di stupefacente in quello che la Pulce compie su un campo da gioco. Che meriti ha lui? Nessuno. Tutto gli esce naturale. Tutto è in lui, era già in lui alla nascita. Indi per cui i meriti vanno piuttosto ai genitori o meglio ancora a Dio che gli ha donato un simile talento.

Lasciamoci pure colpire dalla bellezza di certi gesti tecnici, ma diamo a Dio quel che è di Dio: Messi non fa altro che fare ciò che meglio gli riesce. Nulla di stupefacente.

Filippo-Inzaghi-002Nel pallone sono altre le cose stupefacenti. Pippo Inzaghi è stupefacente. Uno a cui Dio non ha fornito alcun talento tecnico. Uno che ha dovuto sgobbare, allenarsi il doppio degli altri, alimentarsi a bresaola e pavesini. E che ha segnato in tutte le competizioni a cui ha partecipato. Ha siglato una doppietta in una finale di Champions. Ha messo in crisi da solo il Real Madrid a 37 anni suonati. Inzaghi è stupefacente, perché Inzaghi è uno come me e te che è arrivato là dove né io né te ci sogneremmo mai di arrivare. Inzaghi ha conquistato l’olimpo del calcio grazie alla propria tenacia, alla propria volontà, alla propria grinta. In una parola, grazie alla propria fame. Quando si dice volere è potere.

Messi non fa nessuna fatica a segnare cinque gol in una gara di Champions. Superpippo per un gol in coppa Italia deve sudare ore ed ore a Milanello. Superpippo è uno di noi, è umano. È un dio del calcio ma umano come noi, fatto della nostra pasta. Messi è un dio che non ha nulla di umano, non conosce le fatiche terrene. Venerare Messi è da pagani. Venerare Inzaghi è da cristiani.

0 Commenti a “Meglio Inzaghi di Messi

Rispondi