sports14_045

mario-balotelli-milan-130201201508_bigIntendiamoci fin d’ora: gli acquisti inutili, quelli buoni solo a vendere magliette non sono di per sè sbagliati. Magari scopri che Nagatomo sulla fascia è dignitoso, o che Gheddafi Jr sa fare tre palleggi di fila. Ma Balotelli e Kaká sono proprio inutili: proprio ora che le cose van bene, adesso che Pazzini davanti non sfigura, che Niang incomincia a far vedere talento, altro che creste e bravate. Bojan, a sprazzi, c’è. Per il Faraone, poi, son finiti gli aggettivi. E vederli cupi in panca, mentre magari Balo si fa espellere o Kaká arranca in mezzo al campo, questo no.

Piú giusto puntare invece su un centrocampista ordinato, da affiancare a Montolivo e Boateng. Oppure un buon terzino (magari Santon) dopo aver mandato a svernare Antonini o Abate (o ambedue). O ancora, ma forse è troppo, uno stopper decente (Zaccardo non basta), e magari scoprire che Mexes con accanto uno bravo non è così male. Oppure, ma qui esagero, un portiere affidabile, che se è vero che Abbiati non sta facendo male, un brivido scorre sempre quando il pallone è nell’area piccola. Magari Stekelenburg, magari in uno scambio con Amelia che a Milano non ha ammaliato.
Folli idee per questi sgoccioli del mercato di gennaio; chissá come la pensa Adriano.

0 Commenti a “L’inutilità del Balo

Rispondi