Tabellone 1-7 reuters

I voti alle notizie più assurde ed inutili della settimana appena trascorsa, raccontate con ironia e sarcasmo, sperando di prendervi, anche questa volta, in contropiede.

Voto 10 a chi ha scommesso sull’1-7 di Brasile-Germania. Abbiamo già parlato di scommesse, ma qui si va oltre, si entra nell’insondabile mondo del culo stratosferico. Perché se tanti pensavano che la Germania avrebbe avuto la meglio sul Brasile, forse nessuno si aspettava una tale distruzione. Una bomba atomica nella patria del joga bonito. E invece… e invece un americano sconosciuto, puntando 20 dollari sull’1-7 e su Khedira marcatore, s’è portato a casa 46 mila e 380 dollari. Circa 35 mila euro. Buona parte dell’incasso è andato al pusher, con cui evidentemente aveva un debito mica male, il restante non si sa. Il voto, più che altro, è per esser riuscito a restare anonimo: significa che non se l’è menata neppure con gli amici al bar. Vero gentleman.

Eliana Guercio moglie RomeroVoto 9 a Eliana, moglie di Romero, disposta a prestare suo marito a Rihanna. Rihanna deve stare vivendo una tempesta ormonale di non poco conto vista la bramosia con cui punta ogni calciatore abbastanza tamarro da entrare nel suo radar sessuale. E così, dopo Boateng, il suo obiettivo è diventato Romero, portiere dell’Argentina protagonista nella semifinale con i due rigori parati agli olandesi e che ieri sera si è giocato la finale contro la Germania. Ma se la nostra Satta, da buona donna italiana, era pronta a prendere a calci nel sedere da qui al 2028 la popstar, l’altrettanto bella moglie dell’estremo difensore della Samp, tale Eliana Guercio, s’è dimostrata più aperta: se l’Argentina avesse vinto il Mondiale sarebbe stata disposta a prestare suo marito, per una notte, a Rihanna. Non vi dico la pressione con cui è sceso in campo Romero ieri sera e dopo la sconfitta ha pianto ininterrottamente per ore. “Che patriota!” han pensato i più stolti. “Ti siamo vicini” hanno pensato gli uomini di mezzo mondo.

Voto 8 a Federer che ci prova con Lindsey Vonn via skype. Avete presente quell’espressione che avete quando non sapete se chiamare la tipa che vi piace per proporle un appuntamento? Quel “chiamo o non chiamo?” che poi finisce inevitabilmente con una chiamata imbarazzante in cui balbettate peggio di Rain Man sotto stress? Ecco, Re Roger ha la stessa faccia nel video che riportiamo qua sotto, in cui il fuoriclasse contatta via skype la bellissima sciatrice Lindsey Vonn per una “sfida sugli sci” pubblicizzata dalla Lindt. Certo, sfida sugli sci, come no. Fatto sta che Lindsey ha accettato (poteva fare diversamente? Non scherziamo). In realtà però, chi conosce bene Roger, sa che quel volto un po’ tirato ed il modo di fare impacciato non erano tanto per l’invito a Lindsey, quanto per la paura che la moglie Mirka lo venisse a sapere. Lo sguardo che ha quella donna in tribuna durante i match del marito ricordano terribilmente le atmosfere di Shining. Immaginiamo solamente cosa potrebbe fare se sapesse che il Re provola con la prima bionda sciatrice di turno.

Axelle Despiegelaere reutersVoto 7 alla belga Miss tifosa dei Mondiali. Ha un nome ai limiti dell’inscrivibile e nel terreno dell’impronunciabile: Axelle Despiegelaere. Ma non ce ne frega assolutamente nulla, perché oramai per tutti è “la gnocca che tifa Belgio”. Ha solamente 17 anni (se volete provarci quindi vi consiglio di aspettare un paio di anni, giusto per sicurezza) ma è diventata già la beniamina di tantissimi appassionati che non aspettavano altro che il cameraman incaricato dell’arduo compito di inquadrare le fighe sugli spalti brasiliani si soffermasse sul volto angelico ed allo stesso tempo malizioso della ragazza. Ma soprattutto, grazie a questa inattesa notorietà, ha strappato un contratto come modella per la L’Oréal, nota casa cosmetica parigina. Ciò significa che la prossima volta che la vedrete sarà a braccetto con un qualche milionario con la erre moscia o con qualche bomber del pallone. Bobone Vieri è già sulle sue tracce.

Voto 6 al due di picche che s’è preso Nibali. Sta correndo un Tour pazzesco e sta facendo appassionare una volta di più l’Italia al ciclismo. Ma lo squalo siculo si deve accontentare degli applausi del suo pubblico. Infatti, dopo la sontuosa seconda tappa in cui è riuscito ad impossessarsi della maglia gialla, una delle miss incaricate di premiare il ragazzo s’è “gentilmente” rifiutata di dargli il classico bacio sulla guancia. L’aplomb con cui il ciclista passa sopra l’accaduto è degno di un grandissimo, anche se l’imbarazzo è dipinto sul suo volto dopo che la bella ma malmostosa miss gli “concede” giusto una carezza sul coppino. Manco fosse un cagnolino. Vincenzo, tranquillo, per noi resti lo squalo, almeno sui pedali.

Balo fuma a Miami (foto Dailymail.co.uk)Voto 5 alle ultime del Balo. Servirebbe una rubrica solo per lui, va detto, perché il buon Balotelli ce ne regala sempre una. Questa settimana, il ragazzone di Brescia, è stato pizzicato dai paparazzi del Daily Mail nella sua vacanza a Miami con la futura sposa Fanny. E quale modo migliore per rilassarsi, diranno tutti i fumatori, se non accendersi una sigaretta sul balcone mentre aspetti che la tua bella liberi la doccia? Peccato che Mario sia, in teoria, un atleta, che vive grazie alle prestazioni che il proprio corpo gli regala su di un campo da gioco. Amen, non è l’unico calciatore che fuma e non sarà certamente l’ultimo. Ma come spesso accade, Balotelli non ha preso proprio bene questa nuova critica, tanto da dedicare una foto di lui che punta un fucile in faccia all’obbiettivo a tutti i suoi “haters”. Ecco, ora, io dico… perché? Caro mio, c’hai i soldi, fai le vacanze a Miami, c’hai Fanny al tuo fianco (voto 8 al suo video col pitone. Per chi non dovesse capire, sappia che non è un doppio senso): perché devi sempre combinarne una? Accenditi una sigaretta e fregatene. È così che va il mondo.

Voto 4 al calo di visite su YouPorn durante i Mondiali (tranne che in Italia). La Gazzetta ha regalato a tutti noi una nuova scottante inchiesta delle sue. I giornalisti rosati hanno infatti scoperto che, durante le partite dei Mondiali, le visite sul sito porno YouPorn calano in maniera imbarazzante. Ci voleva un genio per capirlo. Più interessante notare invece che, solitamente, gli appassionati delusi da una sconfitta della propria Nazionale amino consolarsi con una visitina al sito, mentre dopo le vittorie preferiscano fare inutili caroselli per le strade. Tranne noi italiani. Eh già, perché noi, dopo l’unica vittoria in Brasile ottenuta contro l’Inghilterra, ci siamo fiondati al pc alla ricerca di una piccola ulteriore soddisfazione, stavolta carnale. Del resto che ci volete fare, siamo un popolo di stalloni e poiché le nostre donne alle 2 di notte erano già belle che nel mondo dei sogni, ci siam dovuti accontentare. Dite che è una spiegazione un po’ tirata? Sì, lo ammetto, ma non prendetevela con me, prendetevela piuttosto con la Gazzetta (voto 2)che ci fa fare ‘ste figure da morti di figa. E scusate l’eufemismo.

Neymar infortunato lapresseVoto 3 all’Ospedale brasiliano che ha licenziato l’infermiera che ha filmato Neymar infortunato. Il Mondiale che doveva essere l’esplosione del carnevale calcistico brasileiro s’è invece rivelato una delusione per il Brasile, a partire dal grave infortunio rimediato dall’idolo Neymar nei quarti contro la Colombia. Il ragazzo, dopo un intervento duro di Zuniga, s’è trovato con tre vertebre spaccate ed una nazione che ha trattenuto il fiato impaurita. Tranne qualcuno, ad esempio una giovane infermiera di nome Cintia. La ragazza ha infatti ripreso l’arrivo in barella di Neymar all’Ospedale in cui lavora e poi, tutta contenta per aver visto il proprio beniamino (poco importa se distrutto, mezzo morto e lacrimante), ha sfoderato alla camera un sorriso a 32 denti. Il video è stato poi diffuso e la ragazza è stata allontanata dalla struttura. Cintia, un consiglio: gira il tuo curriculum a Fabrizio Corona (voto 9 per stima). Lo puoi spedire a Carcere di Opera, via Camporgnago 40, 20090, Opera (MI).

Voto 2 al Ghana che si è dimenticato in Brasile un proprio delegato. Che il Ghana non vivesse proprio un’idilliaca spedizione in Brasile lo si era capito dopo che Muntari e Boateng furono espulsi dall’allenatore per atteggiamento poco professionale. I ghanesi non vedevano l’ora di tornarsene a casa. Ed a pagare le conseguenze di tutta questa fretta è stato il povero James Kwabena, delegato della Federazione africana che è stato letteralmente (e miseramente) dimenticato in Brasile dal resto del gruppo. Ora l’uomo non ha un becco di un quattrino per tornarsene a casa e sta girovagando per il Brasile da settimane nella speranza che qualche buon uomo lo aiuti. Un imprenditore brasiliano ha dichiarato di essere pronto ad avviare un’iniziativa di crowdfunding per pagargli il biglietto aereo di ritorno, nasando forse anche aria di un possibile ritorno pubblicitario. James, siamo con te. Anche noi italiani siamo senza il becco di un quattrino e siamo stati dimenticati dal nostro Stato.

Voto 1 alla notizia della 15enne del Nepal suicidatasi dopo l’1-7 rimediato dal Brasile. Di cazzate ne abbiamo dette abbastanza per oggi, vorrei chiudere invece con una riflessione legata al feticismo giornalistico. Pragya Tapa, ragazza di 15 anni di una piccola cittadina in Nepal, era molto tifosa del Brasile. Amava il calcio, quel meraviglioso gioco che vedeva così lontano dalla sua realtà, così irraggiungibile. Sognava che la Selecao raggiungesse la finale per poterla vedere in televisione. Quando ha saputo dell’umiliante sconfitta in semifinale, presa in giro dagli amici, si è impiccata. I media hanno ripreso la notizia, legandola “al dramma sportivo che sta vivendo il Brasile in questi giorni”. Ecco, anche no per favore. Lo sport è una cosa, la vita un’altra. I drammi sportivi sono una cosa, i drammi della vita un’altra. Le lacrime per una sconfitta una cosa, le lacrime per il suicidio di una figlia, seppur assurdo e senza senso, un’altra. Insegniamo a vivere lo sport come passione e non come ragione di vita. Scusate se per una volta son stato serio. Spero non accadrà più.

facebook-profile-picture

Crede nello sport come forma di narrazione, è Dottore in giurisprudenza perché crede ancora nella giustizia e legge per tenere i piedi ben saldi sulle nuvole. Ha trovato una Winston blu. L'ha fumata. @Andrea_Ross89

Rispondi