doumbia

Dall’1 al 10 le notizie sportive più assurde e inutili della settimana appena trascorsa, raccontate con ironia e sarcasmo. Sperando di prendervi, anche questa volta, in contropiede.

Voto 10 al pigro Doumbia. In quel di Roma tirava, prima del gol contro il Sassuolo, una brutta aria per l’attaccante ivoriano Seydou Doumbia, arrivato a gennaio per un bel po’ di milioni. Dopo aver giocato la Coppa d’Africa, infatti, l’attaccante africano, con la maglia giallorossa, ha sempre e solo deluso, non trovando mai la rete e faticando anche a trovare lo spazio per un tiro in porta. Nella sfida persa dalla Roma contro l’Inter sabato scorso, Doumbia è entrato a partita in corso e un tifoso dagli spalti ha filmato il suo riscaldamento: è stato praticamente immobile. Faceva qualche movimento tipo stretching, ma pure io, che non mi muovo dal primo vagito, imiterei con tal classe una fase di riscaldamento. Capiamo bene la furia dei tifosi giallorossi, arrabbiati per l’epilogo di una stagione che invece si prometteva magica, ma vi chiediamo di perdonarci se noi stiamo con Doumbia. La sua pigrizia ce lo rende amico.

Donna Vekic twitterVoto 9 alla nuova fiamma di Stan the Man. Appena una settimana fa vi raccontavamo, un po’ annoiati, la querelle nata attorno alla fine del matrimonio di Stan Wawrinka. Oggi, invece, siamo un po’ più ringalluzziti: il sito elvetico Blick, infatti, sospetta che Stan the Man abbia già avuto modo di consolarsi con la giovane e bella tennista croata Donna Vekic. Non sappiamo se sia vero, ma visto quanto ha rotto le scatole la buona Ilham Vuilloud, ex moglie di Stan, se così fosse saremmo contenti per lui.

Voto 8 a CR7, cuore d’oro (quanta dolcezza). L’antipatico Cristiano Ronaldo, questa settimana, ha dato un buon motivo per mordersi la lingua a tutti i suoi detrattori. Mentre si allenava, nella fase di riscaldamento poco prima della sfida di Champions tra Real e Atletico Madrid, tirando punizioni, CR7 ha colpito, con una pallonata in pieno volto, un bambino sugli spalti. Giustamente, quest’ultimo scoppia a piangere. Il Pallone d’Oro allora, per farsi perdonare, decide di regalargli la sua maglietta, trasformando le lacrime di dolore in lacrime di gioia. Ok, forse un gesto eccessivamente melenso per i nostri standard (e per questo non s’è preso il 10), ma diamo a Cesare quel che è di Cesare. Anzi, a Cristiano quel che è di Cristiano.

Soccer: Serie A; Verona - TorinoVoto 7 alla simpatica scaramanzia di Ventura. Giampiero Ventura, di fortuna, non ne ha bisogno. È già di suo un fantastico allenatore. Ma nell’euforia post-vittoria del derby della Mole, davanti ai giornalisti presenti, ha messo in mostra tutta la sua scaramanzia: davanti alla domanda di un giornalista che ci ha tenuto a sottolineare come fosse presente anche a Bilbao, dove i granata sfoderarono una fantastica prestazione, Ventura, scatenando l’ilarità dei presenti, chiede che il giornalista venga «legato alla sedia, almeno per le prossime 6 partite». Caro Ventura, non ne hai veramente bisogno di questi gesti scaramantici, ma se possiamo fare qualcosa per portarti bene non preoccuparti che lo facciamo. Te lo meriti.

Voto 6 alla smodata ricchezza (senza sobrietà) di Ibra. Oh, noi mica siamo invidiosi. Se uno c’ha i soldi, ha tutto il diritto di spenderli e spanderli come preferisce. Certo, difficilmente riuscirà a conquistarsi le nostre simpatie… Ma come si fa a non apprezzare la spacconeria, anche immobiliare, di Zlatan Ibrahimovic? Documenti alla mano, infatti, l’attaccante del Psg avrebbe un patrimonio immobiliare pazzesco. Due isole, una chiesa e varie ville, fra Europa e Stati Uniti. Precisamente si va dall’isola di Resaro, vicino a Stoccolma, a quella di Dävensö sul lago di Mälaren; dal cottage ad Are alla grande casa a Malmö, sua città d’infanzia; dall’appartamento nel quartiere Tribeca di New York a un palazzo di 700 metri quadrati sulle rive del Lago di Como. Insomma, un tour del mondo a suon di mattoni. E visto che tutto questo non gli bastava, s’è comprato anche una chiesa. Il minimo per il figlio di Dio (cit.).

federica riccardi lapresseVoto 5 alla curiosità per lo shopping di Lady Cerci. Noi lo capiamo: Federica Riccardi, fidanzata di Alessio Cerci, è una bellissima e (relativamente) nota ragazza ed è dunque normale che i paparazzi le stiano alle calcagna. Però cari amici della Gazzetta, non vi pare esagerato spiarla mentre prova delle scarpe e poi definire il servizio fotografico addirittura «sexy»? Perché francamente di sexy non c’è granché, se non il naturale sex appeal della fanciulla. A meno che non vi riferiste ai feticisti dei piedi e allora il discorso sarebbe diverso.

Voto 4 a Buffon, che manda tutti in ritiro. «Non fare ad altri ciò che non vorresti fosse fatto a te»: così recita un detto evangelico. Ma Buffon se ne strafrega e se da giocatore, supponiamo, non ama particolarmente i ritiri imposti dall’alto, da presidente della Carrarese non ci ha pensato due volte a mandare in ritiro i suoi tesserati dopo la quarta sconfitta consecutiva in campionato. Gigi Buffon ha emulato i suoi illustri colleghi e ha optato per la linea dura contro i propri giocatori. Per annunciarlo ha scritto una lettera, pubblicata sul sito della società: «Ho esternato tutto il mio disappunto e la mia delusione al direttore generale Sandro Turotti ed è per questo che ho pienamente appoggiato la decisione della società di portare la squadra in ritiro da mercoledì ed almeno fino al prossimo impegno di campionato. Per la Carrarese mi sono sempre impegnato in prima persona e non solo a livello di immagine. Essa rappresenta per me la sfida quasi impossibile e l’orgoglio da mostrare: visto che questo è il mio desiderio, finché sarò al timone della società, tale deve essere per tutti, dai magazzinieri al presidente». Poco ecumenico il buon Gigi.

Brittney Griner glory johnsonVoto 3 all’arresto alla coppia delle cestiste americane. Ora tutti i maschietti negheranno, ma la verità è che c’è qualcosa di erotico in due donne che litigano, soprattutto quando queste due donne si amano. La storia di Brittney Griner, superstar del basket femminile Usa e fuoriclasse dei Phoenix Mercury, e della fidanzata Glory Johnson, anch’ella giocatrice della Wnba, ha così solleticato le fantasie di tanti uomini. Le due 24enni sono state arrestate con l’accusa di aggressione e comportamento disordinato dopo una vera e propria battaglia nella loro casa in un sobborgo di Phoenix. Le ragazze hanno annunciato il loro fidanzamento l’estate scorsa e hanno in programma le nozze per maggio. Questo arresto, però, mette in dubbio il loro futuro insieme. Voto basso, dunque, ai nostri bassi istinti maschili e al rischio di un amore che potrebbe finire.

Voto 2 ai misteri sulla visita di Messi a Pordenone. Dopo il passaggio dei quarti di finale di Champions League del Barcellona, ha tenuto banco sui media sportivi italiani un dilemma: ma che ci faceva Lionel Messi in visita a Sacile, paesino vicino a Pordenone (Friuli)? E giù pagine e pagine di ipotesi, dubbi, domande. E giù interviste ai più strampalati personaggi: vecchietti a godersi il bianchino al bar, signore in coda alla cassa del minimarket locale, bambini al parco giochi, madri in attesa dei pargoli fuori da scuola. La risposta, logicamente, era sempre una: «Eccheccazzo ne sappiamo noi?». Ok, forse non proprio in questi termini, ma il succo sì, era questo. Alla fine s’è scoperto che cosa ci faceva il fuoriclasse argentino in quel paesino, naturalmente non grazie a quelle interviste. E come segno di sostegno alle persone che sono state disturbate dai nostri colleghi, noi non vi sveleremo il perché. Cercatevelo se proprio vi interessa. O andate a Sacile a chiedere.

blake shinnVoto 1 al culo all’aria del fantino. Luogo: Canterbury, più precisamente ippodromo inglese, dunque ambiente sobrio ed elegante. Data: 24 aprile, o giù di lì. Protagonista: Blake Shinn, professione fantino. Mentre è in galoppo, davanti a un folto pubblico e alle televisioni presenti, succede però l’imprevedibile: i pantaloni e le mutande di Shinn scivolano inesorabilmente verso il basso, lasciandolo con le chiappe all’aria, amabilmente rivolte verso gli spettatori, live e video. Una figuraccia cosmica, che non ci sentiamo di augurare neppure al nostro peggior nemico. Una pacca sulla spalla, caro Blake.

facebook-profile-picture

Crede nello sport come forma di narrazione, è Dottore in giurisprudenza perché crede ancora nella giustizia e legge per tenere i piedi ben saldi sulle nuvole. Ha trovato una Winston blu. L'ha fumata. @Andrea_Ross89

Rispondi