Inter - Sassuolo

Dall’1 al 10 le notizie sportive più assurde e inutili della settimana appena trascorsa, raccontate con ironia e sarcasmo. Sperando di prendervi, anche questa volta, in contropiede.

Voto 10 al comunicato stampa dell’Inter per la mano fratturata di Mazzarri. Il tecnico nerazzurro Walter Mazzarri, in occasione dell’ultimo allenamento, svoltosi a San Siro prima della sfida interna giocata contro il Sassuolo, è scivolato sulle scalette che portano dagli spogliatoi alla panchina e si è fratturato una mano. Capita, il web si è giustamente lasciato andare ad un po’ di gustosa ironia, ma quello che mi chiedo è: perché l’Inter ha dovuto fare addirittura un comunicato stampa? Ha avuto paura che si pensasse che Mazzarri fosse stato menato da Medel e una baby gang di latinos suoi amici? No perché, detto fuori dai denti, che un tecnico si possa frattura una mano può succedere e a noi, francamente, non ce ne può importare di meno.

Alena-SeredovaVoto 9 a Deborah Roversi e Alena Seredova. La seconda la conoscete già, la prima invece è la ex moglie di Andrea Pirlo. Gli ultimi mesi, in casa Juventus, sono stati sentimentalmente complicati, con entrambi i due fuoriclasse azzurri che hanno rotto le rispettive relazioni per gettarsi nelle braccia di nuove avvenenti donne. Le ex però, a quanto pare, non si sono lasciate andare allo sconforto, anzi… La bellissima modella ceca, dopo esser stata sostituita dalla D’Amico, ha già trovato una nuova fiamma: Alessandro Nasi, cugino di Lapo e John Elkann. La ex di Pirlo, dal canto suo, si consola con un playboy palestrato di nome Alessio Albini. Che dire se non che fanno bene e che, sinceramente, a noi sportivi ce ne frega poco di ciò che accade sotto le loro lenzuola?

Voto 8 a Gareth Thomas innamorato. Giocava a rugby, pertanto era ed è uno dei simboli del machismo fatto e finito. Invece, il campione gallese, nel 2009 fece outing dichiarandosi pubblicamente gay. Aveva una moglie, Jemma, che tradiva sistematicamente con uomini facili ma a cui non aveva mai detto la verità. Ha tentato più volte il suicidio, fu vittima dell’omofobia degli avversari (e non solo), ma oggi, finalmente, si dice felice. È innamorato e la sua seconda autobiografia è appena uscita. Una bella storia, un bel messaggio (la sincerità alla fine paga sempre), condito da foto “osè” di lui con il suo fidanzato. Ecco, diciamo che era una storia da 10, ma queste foto hanno leggermente abbassato la media. Non concepisco questo tipo di servizi fotografici in coppie etero e non li concepisco in coppie omosessuali. Ma per una volta il messaggio vince sul mezzo con cui viene diffuso.

Viktoria VargaVoto 7 alle nuove wags della Premier. Marta Dominguez, Daniella Semaan, Viktoria Varga, Lorelei Taron e Laia Grassi. Chi sono? Rispettivamente, le fidanzate/mogli di Courtois, Fabregas, Pellè, Falcao e Sanchez, cioè le nuove wags della Premier League. E potevano forse i tabloid inglesi non esaltarsi davanti a cotanto ben di Dio? Assolutamente no. Naturalmente questi non sono tutti i nuovi arrivi, ma Oltremanica gli obiettivi dei fotografi non se ne sono persa una. Con un po’ di patriottismo, che non fa mai male, votiamo come più bella Viktoria Varga, ovvero la dolce metà di Graziano Pellè (che il sottoscritto vorrebbe anche in Nazionale, ma è un altro discorso). Certo, anche le signorine Falcao e Alexis Sanchez non scherzano, senza voler dimenticare la signora Fabregas, ma non siamo esosi come gli inglesi. Ci basta Viktoria Varga in fotografia.

Voto 6 alla notizia dell’asteroide dedicato a Rogerio Ceni. Il 7 settembre, Rogerio Ceni, 41enne storico portiere del San Paolo, ha festeggiato i 21 anni di carriera in maglia paulista. Lo stesso giorno, la NASA ha avvisato che un asteroide, rinominato RC 2014, avrebbe sfiorato la Nuova Zelanda senza conseguenze. I media sportivi, facendo 2+2, hanno abbinato le due cose: la NASA ha dedicato un asteroide al portiere brasiliano. Premesso che sarebbe stata una storia bellissima, vorrei anche spegnere i facili entusiasmi. Dubito che i cervelloni della NASA, dopo essersi accorti del fatto che un asteroide stava per sfiorare la terra, abbiano perso tempo a pensare a chi dedicare quel dannato masso volante. Che poi, secondo voi, gli americani conoscono Rogerio Ceni? Gente che ha scoperto il calcio praticamente tre mesi fa e chiama il football “soccer” è in grado di sapere chi è Rogerio Ceni? Fidatevi, è più probabile che l’abbiano dedicato a Roberto Cavalli che al portierone del San Paolo.

Ana-Ivanovic-fb-2014Voto 5 a Schweinsteiger che s’è messo con Ana Ivanovic. Un po’ è l’invidia a parlare, lo ammetto, un po’ il fatto che il centrocampista campione del mondo ce l’aveva già una bella fidanzata. Si tratta(va) di Sara Brandner, biondissima modella mozzafiato. Come ci spiega la Gazzetta, sempre attenta a queste storie borderline tra sport e gossip, galeotto fu il ghiaccio, precisamente l’Ice Bucket Challenge della tennista serba, che aveva nominato proprio Bastian. Andando su youtube, ho scoperto che il tedesco ha accettato la sfida, ma soprattutto ha accettato un appuntamento con la bella Ana, visto che i due sono stati pizzicati mano nella mano a New York. Chissà se la storia durerà, ma Bastian è veramente esagerato.

Voto 4 a Maicon, che non ha davvero messo il pepe sul sedere di un compagno. Settimana scorsa, il terzino della Roma è stato cacciato dal ritiro della Nazionale brasiliana per un “problema interno”. Le voci che sono iniziate a circolare parlavano di uno scherzo un po’ eccessivo dell’ex Inter: dopo una serata di bagordi, Maicon ha messo del pepe sul sedere del compagno Elias (completamente sbronzo), facendogli poi credere la mattina successiva di essere stato a letto con 4 uomini. La notizia è stata diffusa dal quotidiano brasiliano Olé do Brasil, ma si è rivelata una bufala. Semplicemente il terzino sarebbe rientrato fuori orario. Peccato, se lo scherzo fosse stato vero avrebbe meritato un 10 e lode senza precedenti.

maglie sampVoto 3 alle nuove maglie della Samp presentate addosso a belle ragazze. Io amo il nuovo presidente blucerchiato Ferrero. Veramente, lo trovo un personaggio geniale e anche l’idea di pubblicizzare un film (cioè Sin City) distribuito dalla sua casa di produzione sulle maglie della Sampdoria è, imprenditorialmente parlando, una genialata. Ma, sinceramente, son rimasto deluso dalla presentazione. Nessuna novità, nessun colpo a effetto, ma anzi, un cliché vecchio e banale utilizzato come se fosse qualcosa di diverso: le maglie indossate, invece che dai calciatori, da delle giovani e belle ragazze. Sulle raccattapalle donna, caro Ferrero, ti posso anche aver appoggiato, ma se, cercando di fare l’alternativo, mi cadi nella banalità, rimango logicamente deluso. Nonostante ciò, il presidente blucerchiato s’è conquistato l’imitazione di Crozza (voto 8), e quando ottieni questo traguardo significa che sei al top.

Voto 2 a Kayal che ha chiamato il figlio Pirlo. Non è uno scherzo: il giocatore dei Celtic Glasgow, Beram Kayal, ha chiamato il suo primogenito Pirlo, come il centrocampista della Juventus e della Nazionale azzurra. Capisco l’idolatria, ma rovinare l’esistenza di tuo figlio dandogli un nome assurdo non è certamente la cosa migliore da fare. Spero sempre, in questi casi (che purtroppo sono sempre di più), che si scopra che i genitori erano ubriachi una volta presentatisi all’anagrafe e che la registrazione venga cancellata offrendo una seconda chance al povero pargolo, ma ciò non accade mai. Vorrei quindi proporre un minuto di silenzio in ricordo di tutti i poveri figli con nomi senza senso e mi chiedo perché spuntino nel mondo, ogni giorno, migliaia di associazioni animaliste e mai nessuna per questi problemi ben più concreti.

fratelli GyanVoto 1 al fratello di Asamoah Gyan che ha menato un giornalista. Questa è una storiaccia: a luglio l’attaccante ghanese ex Udinese di trovava in vacanza con il fratello Baffour e un caro amico, il rapper Castro. Il 6 luglio, Castro e la moglie sono tragicamente scomparsi durante un’escursione in moto d’acqua. La tragica morte è ancora oggi un mistero e un noto avvocato ghanese ha accusato Asamoah Gyan di aver sacrificato l’amico e la sua compagna per un rito voodoo. Le indagini continuano e il giocatore non ha mai detto una parola al riguardo. Ma un giornalista, qualche giorno fa, ha pensato di fargli qualche domanda al riguardo. Asamoah non l’ha presa proprio bene e il fratello dell’attaccante, con alcuni amici, ha malmenato il giornalista, salvato solo da dei colleghi. Sembra che il mandante sia stato proprio Asamoah Gyan, fortemente infastidito dalle domande del giornalista di qualche giorno prima. Veramente una storiaccia, che poco c’entra con lo sport purtroppo.

facebook-profile-picture

Crede nello sport come forma di narrazione, è Dottore in giurisprudenza perché crede ancora nella giustizia e legge per tenere i piedi ben saldi sulle nuvole. Ha trovato una Winston blu. L'ha fumata. @Andrea_Ross89

3 Commenti a “Il Pagellone dell’inutilità

Rispondi