Voto 10 a Stephan Jovetic. Dopo il 3-3 della sfida di ritorno di Copa del Rey andata di scena giovedì sera al Sanchez Pizjuan che ha visto l’eliminazione degli andalusi, il clima tra Siviglia e Real Madrid si è surriscaldato ulteriormente ieri sera quando, sempre in Andalusia, le due squadre si sono scontrate nuovamente. Questa volta il match era valido per il campionato e in particolare si incontravano le prime due forze della Liga. Le reti sono arrivate tutte nella ripresa, con gli ospiti andati in vantaggio con un discusso rigore di Ronaldo, ma poi raggiunti e superati dall’autorete di un fischiatissimo Sergio Ramos prima, e dalla seconda rete in due partite dell’ex Inter Stephan Jovetic, approdato al Siviglia settimana scorsa. Due reti a distanza di tre giorni l’una dall’altra ed entrambe contro i Blancos, un ottimo esordio per il montenegrino.

kaneVoto 9 a Harry Kane. Sempre e ancora lui: Harry Kane. L’attaccante del Tottenham si è reso nuovamente protagonista con la maglia degli Spurs con una prestazione superlativa che ha deciso il match del White Hart Lane contro il West Bromwich di Tony Pulis. La gara è finita 4-0 e Kane è andato a segno per ben tre volte, siglando la sua terza tripletta in carriera con la maglia del Tottenham. 62 reti in 99 partite di Premier League sono cifre da capogiro per un ragazzo di appena 23 anni.

Voto 8 al Monaco. Se il Nizza si ferma clamorosamente in casa contro il Metz fanalino di coda con deludente 0-0, il Monaco dà la netta impressione di non voler assolutamente arrestare il proprio straordinario cammino di questa stagione. Con il 4-1 rifilato al Marsiglia al Velodrome, la squadra di Jardim si è portata in testa alla classifica, raggiungendo proprio i rossoneri del Nizza a quota 45 punti. Il dato che colpisce maggiormente dei monegaschi è quello riguardante la voce goal fatti, addirittura sessanta nelle venti giornate disputate fino ad ora. Sebbene il vantaggio sui parigini del PSG, ancora i favoriti al titolo, sia solo di tre punti, il Monaco può ancora sognare la vittoria della Ligue1.

Evertons-Tom-Davies-celebrates-scoring-their-third-goal-with-teammatesVoto 7 a Tom Davies e Ademola Lookman. Storica vittoria ieri pomeriggio a Goodison Park dell’Everton, che con un secco 4-0 umilia il Manchester City di Guardiola e condanna l’allenatore spagnolo alla sua peggior sconfitta in carriera in un match di campionato. Le reti del solito Lukaku e di Mirallas spalancano le porte ai Toffees, ma da segnalare sono certamente le firme di due giovanissimi come Tom Davies, centrocampista classe ’98, e Ademola Lookman, attaccante classe ’97 appena rientrato dal prestito al Charlton. Per entrambi si tratta della prima rete siglata in Premier League, ma in particolare per Lookman era anche l’esordio con la maglia dell’Everton (è entrato al minuto 90 al posto di Barkley) e gli sono bastati appena quattro minuti per andare a segno. Predestinati.

Voto 6 alla domenica di Dario Zuparic. È stata una domenica davvero strana quella di Dario Zuparic, difensore croato del Pescara. Non convocato da mister Oddo per la difficile trasferta di Napoli, Zuparic pensava di passare una tranquilla domenica a Pescara, quando improvvisamente una chiamata del suo allenatore lo obbliga a partire per la Campania. L’emergenza in difesa era troppa, dunque Oddo è stato costretto a chiamare il croato, che in fretta e furia ha preso la sua macchina ed è partito. Giusto il tempo di una sosta in autogrill per mangiare una piadina e poi arrivare a Fuorigrotta poco prima del fischio d’inizio. Tuttavia, in campo per 90 minuti, il difensore non è riuscito a contenere la straripante velocità degli attaccanti partenopei.

Voto 5 al siparietto Sorrentino – Inter su Twitter. Incredibile scambio di tweet prima del match tra Inter e Chievo tra il portiere dei Clivensi e la società nerazzurra. Sorrentino, 37 primavere alle spalle, dimostra ancora oggi di essere un fenomeno tra i pali, ma un po’ meno per quanto riguarda la conoscenza dell’acquisto di biglietti via internet. Ecco la scambio di messaggi avvenuto: “Ciao @inter come faccio a prendere tre biglietti per la mia famiglia? Sono in ritiro. Mi date una mano? Vorrei fare una sorpresa. Grazie!”. «Ciao Sorrentino! I biglietti sono ancora in vendita, ma visto il bel pensiero proviamo ad aiutarti noi…». «Grazie mille per la disponibilità. Sono riuscito ad acquistare i biglietti con facilità. Siete gentilissimi, a stasera!».

genoaVoto 4 al Genoa. Quattro come le reti subite ieri pomeriggio al Sant’Elia di Cagliari. Un 4-1 che pesa come un macigno sulla squadra di Ivan Juric, che non conquista i tre punti dal 27 novembre, data in cui i rossoblù sconfissero la Juventus a Marassi. Da quel giorno sono arrivate cinque sconfitte e un pareggio, che hanno fatto crollare vertiginosamente la classifica del Genoa, ora quindicesimo a 23 punti.

gaspVoto 3 alla reazione di Gasperini. L’espulsione subita contro la Lazio da parte del tecnico dell’Atalanta Giampiero Gasperini non è andata giù all’allenatore che ora rischia una lunga squalifica. Dopo essere stato allontanato dal campo, Gasperini si è scagliato contro l’arbitro Pairetto ricoprendolo di insulti. Non sappiamo se l’espulsione fosse giusta o no, ma sicuramente la reazione è stata sconsiderata ed esagerata.

Voto 2 alla lotta salvezza. Mai come quest’anno, forse, la lotta per non retrocedere in Serie B sarà così scontata. Crotone, Pescara e Palermo sembrano ormai ampiamente spacciate a una retrocessione in cadetteria. Nove sono infatti i punti conquistati dai calabresi e dagli abruzzesi, sebbene abbiano entrambe una gara da recuperare, e dieci sono invece quelli totalizzati fin qui dalla squadra di Corini. L’Empoli, quartultimo, a quota diciotto, inizia ad allontanarsi dalla zona più calda della classifica.

Voto 1 alla situazione del Foligno. Situazione davvero critica quella che sta passando il Foligno, squadra umbra che milita nel campionato di Serie D. La società è allo sbando e sull’orlo del fallimento, tanto che la maggior parte dei calciatori, non venendo pagati, non hanno dato la propria disponibilità a scendere in campo. Così da tre partite a questa parte, il Foligno sta disputando le proprie gare con i ragazzi del settore giovanile, subendo delle sconfitte davvero roboanti. Negli ultimi tre match, i falchetti hanno subito ben 25 reti, di cui 11 nell’ultima partita persa a L’Aquila. Attualmente gli umbri

Rispondi