Football - Newcastle United v Leicester City - Barclays Premier League - St James' Park - 21/11/15
Jamie Vardy celebrates scoring the first goal for Leicester City to equal the record for scoring in consecutive Premier League games
Action Images via Reuters / Craig Brough
Livepic
EDITORIAL USE ONLY. No use with unauthorized audio, video, data, fixture lists, club/league logos or "live" services. Online in-match use limited to 45 images, no video emulation. No use in betting, games or single club/league/player publications.  Please contact your account representative for further details.

Voto 10 a Jamie Vardy. In Premier League brilla la stella di Jamie Vardy, attaccante del Leicester, vera e propria rivelazione di questo campionato. La squadra guidata da Claudio Ranieri, pienamente rilanciatosi dopo la pessima esperienza sulla panchina della nazionale greca, è in testa al campionato inglese dopo la sudata salvezza conquistata lo scorso anno. Molto è dovuto alle straordinarie capacità realizzative di Jamie Vardy, giunto a 13 gol in altrettante giornate di campionato. Incredibile il momento di questo ragazzo, che solamente pochi anni fa produceva sostegni ortopedici lavorando in fabbrica. Di giorno al lavoro, di sera ad allenarsi con lo Stocksbridge, per la non particolarmente allettante paga di 30 sterline a settimana. Poi, dopo essere stato scartato dallo Sheffield United, sua squadra del cuore, perché troppo basso, è iniziata la sua veloce scalata alla Premier League, siglando reti a raffica in tutte le squadre per cui ha giocato. Tre anni fa il Leicester lo scopre tra i non professionisti del Fletwood Town, tre categorie sotto la Championship. Il ragazzo inizialmente fa fatica, ma poi contribuisce in modo decisivo alla promozione del Leicester in Premier League. Vardy ha raggiunto Van Nistelrooy, unico calciatore ad aver segnato per dieci gare consecutive in Premier, e se dovesse realizzare una rete nella prossima gara contro il Manchester United, staccherebbe l’olandese, conquistando un record inimmaginabile.

Fiorentina's Nikola Kalinic jubilates after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match ACF Fiorentina vs Empoli FC in Florence, Italy, 22 November 2015. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

Voto 9 a Nikola Kalinic. Continua a sorprendere l’attaccante croato della Fiorentina, Nikola Kalinic, sempre più capocannoniere nella formazione di Paulo Sousa. In occasione del derby contro l’Empoli, il tecnico portoghese aveva deciso di farlo riposare in previsione della trasferta contro il Basilea, in programma giovedì, ma il risultato negativo (0-2) dei primi 45’ minuti hanno obbligato Sousa a mandare in campo il proprio bomber. Il croato, entrato insieme a Bernardeschi, ha immediatamente raddrizzato il match: la Fiorentina, infatti, grazie alla doppietta di Kalinic è riuscita ad agguantare il pareggio. Nona rete in campionato in appena 12 presenze per l’ex attaccante del Dnipro; un impatto davvero devastante nel nostro torneo.

Voto 8 al Corinthians. Lo hanno già soprannominato il Corinthians dei record quello che in settimana si è laureato campione di Brasile per la sesta volta della sua storia. Al Timão è bastato un pareggio nell’ultima sfida contro il Vasco da Gama e la contemporanea sconfitta dell’Atletico Mineiro per conquistare il Brasilerao con tre gare d’anticipo. Il cammino del Corinthians, campione brasiliano per la seconda volta in quattro anni, ha numeri impressionanti: è l’undici con più successi (23), il migliore attacco (64 gol) e la difesa meno perforata (37). Autore del capolavoro il tecnico Adenor Leonardo Bachi, meglio noto come Tite, divenuto l’allenatore più vincente nella storia del Timão con sei titoli in tutto dal 2011 a oggi, compresa la storica Copa Libertadores del 2012.

evacuo novara ansaVoto 7 al Novara. Sta disputando un campionato al di sopra delle aspettative il Novara di Marco Baroni. Neopromosso dalla Lega Pro, il Novara sta attraversando un ottimo periodo di forma e le tre vittorie nelle ultime quattro gare ne sono una prova concreta. I piemontesi sono stati in grado di battere la capolista Cagliari di Rastelli e di vincere su un difficilissimo campo come quello di Vicenza. Con appena 9 reti subite in 14 partite, il Novara è la seconda miglior difesa del campionato, dietro solo al Perugia. Sesta posizione con 22 punti e piena zona playoff: al momento l’obbiettivo stagionale della salvezza è più che raggiunto.

Voto 6 a Philippe Janssens. Nel match di terza divisione belga, in trasferta contro il KFC Izegem, l’attaccante dell’Eendracht Philippe Janssens non è riuscito a trattenere lo stimolo e ha deciso di fermarsi a bordo campo, nei pressi della porta avversaria, per espletare i propri bisogni fisiologici. Il caso ha voluto che i suoi compagni riuscissero a recuperare palla e ad involarsi verso la porta per siglare il 3-1 decisivo; in questo modo il gesto dell’attaccante non è potuto passare inosservato ai cameraman, che puntualmente hanno inquadrato il ragazzo. Il calciatore è stato anche multato per aver urinato in luogo pubblico.

nbainggolan terroristaVoto 5 al caso Nainggolan terrorista. Disavventura per il giocatore della Roma e della Nazionale belga Radja Nainggolan, che per un malinteso è stato scambiato, ad Anversa, per un criminale, un terrorista per la precisione. Il centrocampista giallorosso, dopo la cancellazione della partita della sua nazionale contro la Spagna, ha deciso di passare la serata assieme alla famiglia e agli amici nella cittadina belga, ma una volta rientrato in hotel ha dovuto dare spiegazioni alla polizia locale dopo la segnalazione di alcuni ospiti dell’albergo che lo avevano scambiato per un terrorista. Nainggolan ha immediatamente chiarito la situazione: «Effettivamente ho un look che può far paura, ma fortunatamente i poliziotti mi hanno riconosciuto».

Voto 4 alle disfatte di Real Madrid e Manchester City. Quella dei madridisti è sicuramente la disfatta che ha fatto più rumore, perché se perdi un “Clasico” 0-4 in casa significa che c’è più di un problema da risolvere. Se a questo si aggiunge che il Barcellona era senza Messi, rientrato dall’infortunio di fine settembre proprio in questa partita ma subentrato nella ripresa a gara ormai decisa, allora il risultato secco e senza storia fa ancora più scalpore. I media spagnoli si sono schierati decisamente contro il presidente Perez, reo di una campagna acquisti estiva non all’altezza e di aver allontanato Ancelotti, l’uomo che portato la decima Coppa dei Campioni a Madrid.

Gli uomini di Pellegrini, invece, sono stati umiliati davanti ai propri tifosi dal Liverpool di Jurgen Klopp, che ha strapazzato il Manchester City per 4-1. Aguero e compagni, una sola vittoria nelle ultime quattro gare di Premier, perdono così il primato in classifica, scivolando al terzo posto.

quaresma besiktasVoto 3 a Ricardo Quaresma. L’ex meteora dell’Inter Ricardo Quaresma si è trasferito in estate dal Porto al Besiktas, dove in settimana si è reso protagonista di un episodio davvero raro e singolare. La sua squadra stava disputando un’amichevole contro l’Umraniyespor e il lusitano, che evidentemente non era nella sua miglior serata, per ben due volte ha avuto la possibilità di andare a segno presentandosi sul dischetto, ma in entrambe le occasioni ha sbagliato. Il Besiktas ha poi avuto un terzo rigore a favore, ma quando il portoghese ha preso in mano il pallone per andare a calciare i compagni lo hanno fermato, negandogli la terza chance. Ersan Gülüm, suo compagno di squadra, gli ha anche detto: «Dai la possibilità a qualcun altro di tirare». Quaresma è parso visibilmente stizzito dalla cosa.

Voto 2 agli incidenti nel weekend calcistico tedesco. Nonostante l’aumento delle misure di sicurezza in tutti gli stadi tedeschi in seguito agli attacchi terroristici di Parigi, nel fine settimana violenti incidenti hanno visto protagonisti i tifosi. In primo piano gli scontri che hanno acceso il pre partita tra Schalke 04 e Bayern Monaco, con i tifosi ospiti, in collaborazione con alcuni tifosi del Bochum gemellati con i bavaresi, hanno assaltato la biglietteria dello stadio. Attraverso le ricostruzioni della polizia locale sono stati fermati ben 196 tifosi. Scontri in stazione a Moenchengladbach tra i tifosi del Borussia e quelli dell’Hannover che si avviavano allo stadio. 238 i tifosi individuati, di cui 28 già fermati in passato. Non è stata immune da violenze anche la terza divisione, dove i tifosi del Magdeburgo, in seguito alla rete del vantaggio del Sonnenhof Grossaspach, hanno aperto un varco dal settore ospiti al campo, invaso il terreno di gioco e scatenato una rissa contro alcuni malcapitati steward. Anche il tanto elogiato modello tedesco ogni tanto ha qualche crepa.

z1L34SuVoto 1 al derby Panathinaikos-Olympiakos. È finita esattamente come lo scorso febbraio, con l’arbitro che è stato costretto a sospendere e poi rinviare la gara per la mancanza di sicurezza sul terreno di gioco, il derby tra Panathinaikos e Olympiakos. Tutto è iniziato nel pomeriggio, con scontri tra le due tifoserie e la polizia in assetto antisommossa, ma l’inciviltà è proseguita, anzi si è aggravata, all’interno dell’Apostolos Nikolaidis, stadio di casa del Panathinaikos. Il derby di Atene è stato dapprima sospeso per lanci di razzi, torce e petardi all’interno del rettangolo verde, uno di questi ultimi esploso vicino ad Alfred Finnbogason, attaccante dell’Olympiakos, e poi rinviato. In seguito a questa decisione è esplosa la rabbia dei tifosi locali, un gruppo dei quali ha addirittura invaso il terreno di gioco lanciando ogni cosa contro la polizia, che a sua volta si era posizionata in campo. L’esordio di Andrea Stramaccioni sulla panchina del Pana è stato così rinviato a settimana prossima, ma la cosa più grave è che ora rischia la sconfitta a tavolino in quella che è considerata la partita più importante della stagione.

Rispondi