higuain1

Voto 10 a Gonzalo Higuain. Con le 15 reti siglate con la maglia del River Plate, le 121 messe a segno con quella del Real Madrid e le 64 con la maglia azzurra del Napoli, Gonzalo Higuain ha raggiunto le 200 marcature nella propria carriera. Un traguardo decisamente importante raggiunto da quello che senza ombra di dubbio è oggi l’attaccante più forte che gioca nel nostro campionato. Dopo la stagione non troppo esaltante, o comunque al di sotto delle sue potenzialità, dell’anno scorso, in questa il Pipita è l’assoluto protagonista della squadra di Sarri. Sono già 11 le reti messe a segno dall’argentino, di cui 9 in campionato; solamente Eder ne ha realizzate tante quante lui. Cinque gol nelle ultime sei partite ufficiali disputate dal Napoli fanno di lui l’attaccante più in forma del nostro campionato.

ANSA

Voto 9 al cinismo dell’Inter. Quello contro il Torino di Ventura è stato il settimo 1-0 su dodici gare disputate da parte di un Inter sempre più proiettato verso l’alto. Contro i granata è arrivata l’ennesima prova di solidità difensiva e di cinismo in fase di attacco. La squadra di Mancini crea poche occasioni durante i 90 minuti, ma riesce sempre a concretizzare quel poco che costruisce. Cinque reti delle dodici messe a segno in questo campionato sono arrivate sugli sviluppi di un calcio piazzato, ultimo esempio la rete di Kondogbia di ieri pomeriggio. Fondamentale è stata l’incredibile solidità alla difesa, sicuramente merito del lavoro di Roberto Mancini: con appena sette reti al passivo, i nerazzurri sono la squadra che ha subito meno realizzazioni in tutto il campionato.

Voto 8 a Roberto Donadoni. Davvero ottimo il ritorno su una panchina di Serie A da parte di Roberto Donadoni. Chiamato a sostituire Delio Rossi a Bologna, l’ex tecnico del Parma ha subito infilato due nette vittorie in altrettante partite, per di più contro due dirette avversarie per non retrocedere: Atalanta e Verona. Sei punti che restituiscono fiducia a tutto l’ambiente rossoblu, soprattutto ai tifosi. Due vittorie Delio Rossi le aveva fatte in dieci gare, mentre Donadoni ha dimostrato subito il suo valore, riuscendo a vincere senza subire nemmeno una rete e senza cambiare gli interpreti e il modulo. Prossimo appuntamento, dopo la sosta, in casa contro la Roma.

zenit reutersVoto 7 allo Zenit. Nonostante in campionato stia zoppicando (quarta posizione con 26 punti in 15 gare e dieci lunghezze di distanza dai rivali del CSKA Mosca), lo Zenit San Pietroburgo sta impressionando per il suo, fin qui perfetto, cammino in Champions League. La squadra russa è infatti l’unica squadra che dopo quattro gare ha conquistato tutti i 12 punti a disposizione. Inserita nell’abbordabile Girone H con Valencia, Gent e Olympique Lione, la squadra di Villas Boas si è già qualificata agli ottavi di finale e il primo posto nel girone è messo quasi in cassaforte. Straordinarie le prestazioni del brasiliano Hulk, autentico trascinatore fino a questo momento.

Voto 6 al Tottenham. La squadra di Mauricio Pochettino è quella che in Premier League detiene, in questo momento, la striscia più lunga di risultati positivi. Dalla prima giornata di campionato, in cui gli Spurs persero 1-0 all’Old Trafford contro i Red Devils, non hanno più perso. Cinque vittorie e sei pareggi per un totale di 21 punti che hanno rilanciato il Tottenham nelle zone nobili della classifica (quinta posizione). Il campionato inglese quest’anno è molto equilibrato (solamente 7 punti distanziano la capolista dalla ottava) e in ogni giornata è possibile assistere a sorpassi e controsorpassi. Mai come in questa stagione, vista l’assenza del Chelsea a lottare tra i primi posti e le difficoltà del Liverpool, ci può essere una sorpresa tra le candidate a un posto nell’Europa che conta e Leicester, Tottenham, West Ham e Southampton sono sicuramente le candidate più serie.

Roma's Gervinho jubilates after scoring the goal (2-0) during the Italian Serie A soccer match AS Roma vs SS Lazio  at Olimpico stadium in Rome, Italy, 08 November 2015.  ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Voto 5 al derby di Roma senza curve. Ieri si è disputato probabilmente uno dei derby più tristi della storia di Roma. Record negativo di spettatori presenti all’interno dello stadio Olimpico, circa 30 mila, e tutto questo per una decisione molto discutibile presa in estate da parte del prefetto di Roma, Franco Gabrielli, che ha deciso per motivi di sicurezza di dividere a metà la curva Sud e la curva Nord attraverso una barriera. Decisione che ha mandato su tutte le furie gli esponenti del tifo organizzato di Roma e Lazio, che da inizio stagione stanno disertando lo stadio per protesta contro il provvedimento. Le due posizioni, allo stato delle cose, sembrano davvero troppo distanti e la possibilità di rivedere lo spettacolo delle due curve romane il più presto possibile sembra un’utopia.

Voto 4 a Dong Lu. Storia tragicomica quella che ha coinvolto il telecronista di una nota emittente televisiva cinese. Spedito al Santiago Bernabeu per commentare il big match della quarta giornata di Champions League, Real Madrid-Psg, il commentatore Dong Lu non ha retto al fuso orario e, a venti minuti dalla fine del match, si è lasciato andare a un sonno profondo. Lu si è infatti addormentato, come hanno ben potuto percepire i telespettatori di LeTv, che hanno sentito il giornalista russare. A nulla è valso il tentativo di un collega di rimediare all’accaduto. Le conseguenze sono stati pesanti per Dong Lu, licenziato senza possibilità di replica per mancanza di professionalità.

hqdefaultVoto 3 a Sarhan Mikayilov. Un destro da pugile su un campo da calcio a 5 in Russia. Sarhan Mikayilov, giocatore dell’FC Virage, ha steso l’arbitro con un violento pugno sul volto durante una partita di campionato contro l’FC Kurgan. Il direttore di gara, dopo la pallonata ricevuta da Mikayilov, ha estratto il cartellino rosso nei confronti del giocatore, che gli ha subito assestato un pugno in faccia talmente potente da atterrarlo. Una reazione davvero inspiegabile e di una violenza inaudita, che si spera verrà punita con una squalifica esemplare.

Voto 2 al caso Valbuena-Benzema. Secondo alcune indiscrezioni di stampa, l’attaccante Karim Benzema avrebbe confessato un suo coinvolgimento nell’inchiesta sul ricatto a luci rosse a Mathieu Valbuena, calciatore del Lione. L’avvocato del giocatore, però, ha per ora smentito tutto: «Karim non ha confessato nulla e ha proclamato la sua innocenza, inoltre è in ottimi rapporti con il suo amico di Mathieu Valbuena», ha spiegato Sylvain Cornier davanti al tribunale di Versailles. Secondo Le Parisien il giocatore, durante il fermo di 24 ore, avrebbe ammesso le sue responsabilità sulla vicenda Valbuena, confessando di aver avuto un ruolo nella richiesta di denaro al compagno di squadra per un video a luci rosse. L’accusa a Benzema riguarda in particolare una conversazione avuta con Valbuena il 5 ottobre, durante uno stage della nazionale, in cui gli avrebbe consigliato di pagare i soldi chiesti dai ricattatori. Secondo alcune ricostruzioni, il giocatore del Real Madrid avrebbe ammesso di «essersi messo d’accordo con un suo amico d’infanzia», che era stato contattato dai ricattatori, «su quello che avrebbe dovuto dire per fare in modo che il suo compagno negoziasse esclusivamente con lui». In questo modo avrebbe solo voluto «fare un favore all’amico», senza voler recare danno a Valbuena. Ora però l’attaccante rischia una pena che può arrivare fino a sette anni di prigione e 100 mila euro di ammenda.

CTDol5DUAAAxjEzVoto 1 ai tifosi del Fenerbahce. Nuovi episodi di violenza gratuita sono andati in scena nella settimana di calcio europeo. I protagonisti sono stati i tifosi turchi del Fenerbahce che hanno invaso tutt’altro che pacificamente il centro di Amsterdam in occasione della partita di Europa League contro l’Ajax. Un’orda di barbari, incurante della presenza di famiglie nel centro della città, ha messo sottosopra un intero quartiere, lanciando sedie, tavolini, petardi e fumogeni contro la polizia olandese. Incredibile, vergognoso, insensato. Ennesimo atto di violenza, di vandalismo e, soprattutto, di ignoranza. Tutto ciò non fa parte e non deve far parte del mondo del calcio.

Rispondi