Un tifoso Brasiliano reuters/Joedson Alves

Iniziano le semifinali e le squadre rimaste ormai si contano sulle dita di una mano. L’Italia ci ha abbandonati ancor prima che avessimo il tempo di sognare dove, come e con chi ci saremmo goduti le sfide ad eliminazione diretta (chi l’avesse fatto dopo la sfida con l’Inghilterra smetta di leggerci subito e si fustighi) e così ci ritroviamo ad assistere ad un Mondiale divertente, ma in cui non sappiamo come muoverci. Anche l’ultima squadra “simpatia”, il Costa Rica (se così vogliamo definirla), ci ha salutati. Come scegliere allora la nostra favorita? Vi aiutiamo noi: ecco perché tifare, o piuttosto gufare, le pretendenti al titolo iridato rimaste in gioco.

esultanza David Luiz reutersBRASILE

Perché tifare – Ha affrontato quasi tutte le sorprese di questo Mondiale, e le emozioni che ci hanno regalato le partite della Seleçao non ce le ha forse regalate nessuno. Divertimento dunque. Non è forse un buon motivo per augurarsi che la squadra di Scolari arrivi in finale, e completi il romanzo di questo bellissimo Mondiale vincendolo?

Perché gufare – Non è esattamente il Brasile più simpatico di sempre, tanto meno quello più talentuoso. Il solo pensiero di vedere Fred alzare la Coppa del Mondo fa venire i brividi.

GERMANIA

Perchè tifare – Sempre fra le prime quattro dal 2002: la costanza e la dedizione dei tedeschi andrebbe premiata con un titolo che manca da troppo tempo. Anche perché, diciamocelo, a forza di tornare sempre a casa con le orecchie basse cominciano a fare un po’ tenerezza.

Perchè gufare – Non ci hanno mai fatto divertire, è la solita Germania “vorsprung durch technik”: poderosa, concreta, ma con poca fantasia ed irriverenza. Non proprio una squadra da recitare a memoria nei secoli dei secoli.

ARGENTINA

Higuain esultanza reutersPerché tifare- Il mondo del calcio è pieno di drammaturghi, ed un secondo Maracanazo sarebbe il finale perfetto per una tragedia che si rispetti. La “Finale delle finali” nel “Mondiale dei mondiali”.

Perché gufare – L’Albiceleste ha faticato con tutti, senza mai esprimere un gioco brillante. Tra le pretendenti al titolo è quella che, per quanto visto in campo, meriterebbe meno di tutte di vincerlo.

OLANDA

Perchè tifare – C’è da chiederlo? Gli Oranje meritebbero un Mondiale “ad honorem” per quanto dato al calcio e quanto incredibilmente poco raccolto a livello di Nazionale. Molti sono ancora i reduci della sfortunata finale in Sudafrica e c’è da giurare che nessuno di loro se l’è ancora dimenticata. Vero Robben?

Perchè gufare – Quei minuti finali col Messico ancora gridano vendetta, per non parlare dei rigori con la Costa Rica. Se questo dev’essere il Mondiale delle sudamericane, allora il cammino degli Oranje è meglio che termini qui.

Rispondi