Italy Soccer Serie A

Nei giorni successivi alla chiusura del calciomercato, Christian Zaccardo è stato preso di mira perché considerato come unico colpevole del mancato trasferimento di Biabiany al Milan, un affare che sembrava ormai volto alla conclusione ma che è inaspettatamente saltato all’ultimo momento, dopo che la foto del giocatore francese con la sciarpa rossonera era già stata diffusa dai media. I Diavoli hanno così virato su Bonaventura, andato a segno ieri nel roboante 4-5 di Parma-Milan. A quanto pare però, il rifiuto (reale) di Zaccardo di fare ritorno in Emilia non è stato l’unico problema a frapporsi fra Biabiany e i rossoneri.

Fonti vicine alla società di via Aldo Rossi riferiscono che, alla base del diniego della società guidata da Silvio Berlusconi, ci sarebbe il precario stato di salute del giocatore francese. L’inconveniente sarebbe stato individuato durante le visite mediche di rito che avrebbero evidenziato nel calciatore un piccolo difetto cardiaco. In questi casi il condizionale è d’obbligo ma ad avvalorare la tesi ci sarebbe la non convocazione del numero 7 gialloblu per la sfida di domenica sera proprio contro i rossoneri e le successive dichiarazioni dell’amministratore delegato del Parma, Pietro Leonardi, prima della partita: «È un brutto momento per Biabiany purtroppo. In ogni caso sono contento che oggi giocheranno dei giovani, perché non c’è miglior occasione per mettersi in mostra».

Solo pochi giorni fa il presidente del Parma, Tommaso Ghirardi, aveva dichiarato: «Non è destino che Jonathan vada al Milan», un destino beffardo che ha negato per due volte al giocatore di vestire la maglia rossonera (prima nella sessione invernale del calciomercato della scorsa stagione e poi proprio nella sessione da poco conclusasi), impedendogli di fare quel salto di qualità che Biabiany meriterebbe dopo anni di gavetta giocati a buoni livelli. Però, forse, senza questa trattativa, il Parma e Biabiany non sarebbero venuti a conoscenza di questo problema. Dal giorno del mancato approdo ai rossoneri, il francese ha passato tutta la settimana lontano dal campo di allenamento e, se la notizia venisse confermata, potrebbe restare fermo per un periodo indeterminato, in attesa di ulteriori accertamenti. Ovviamente si spera che il problema possa essere temporaneo, ma questo lo sapremo solo nei prossimi giorni.

Rispondi