montella

È tempo di calciomercato, tempo di scelte importanti per le società, che devono decidere su quali giocatori puntare per la prossima stagione. Ma oltre alla scelta dei giocatori giusti è importante imbeccare anche la scelta dell’allenatore adatto. Diamo quindi un veloce sguardo alla situazione attuale delle venti panchine di Serie A.

 

Atalanta: Colantuono
Confermato il mister della promozione e della fantastica stagione passata, che ha visto la Dea Nerazzurra partire con una penalizzazione di 6 punti e salvarsi tranquillamente. Per la stagione 2012/2013 però sono già stati impartiti due punti di penalità dopo il patteggiamento nella vicenda che ha visto coinvolta la squadra di Bergamo nel calcioscommesse.

 

Bologna: Pioli
Chissà cosa avrà pensato Zamparini, dopo aver esonerato Pioli prima dell’inizio del campionato (sostituito da Mangia, sostituito a sua volta da Mutti) e averlo poi visto salvare i rossoblu conducendoli a una tranquilla salvezza. Giustamente il tecnico emiliano, che ha dimostrato di essere un ottimo allenatore, come aveva già fatto vedere a Verona, sponda Chievo, nell’annata 2010-2011, è stato confermato.

 

Cagliari: Ficcadenti
Eccoci in una delle panchine più calde della serie A. Il presidente rockstar Cellino ha voluto riconfermare Ficcadenti dopo averlo
esonerato a novembre per poi richiamarlo a marzo come sostituto di Ballardini. In Sardegna però sono già certi che anche quest’anno l’allenatore non riuscirà a mangiare il panettone.

 

Catania: ?
Nino Pulvirenti ha voluto cambiare tutto. Via il ds Lo Monaco andato alla corte di Preziosi e sostituito con Gasparin, e via il tecnico artefice di una stagione esemplare Montella. Per il suo sostituto i due nomi papabili sono quelli di Marino (sarebbe un ritorno) e Mandorlini (mister del Verona). Una cosa è certa: a Catania si lavora molto bene e in tranquillità.

 

Chievo: Di Carlo
Mister confermato, pronti a ripartire per una stagione da protagonisti come ormai il piccolo sobborgo di Verona ci ha abituato. Sfumato il sogno di rivedere il derby in serie A, la squadra clivense ha il fiato sospeso in attesa del giudizio sportivo sulla sua punta di diamante Pellissier coinvolto nelle vicenda del calcioscommesse.

 

Fiorentina: ?
Conclusa una delle stagioni più brutte degli ultimi dieci anni, la squadra del capoluogo toscano vuole riportare il marchio viola in
Europa. Per riuscire in questa impresa si è affidata ad un ds di esperienza (Pradè) e si affiderà ad un allenatore che con ogni
probabilità dovrebbe essere MONTELLA

 

Genoa: De Canio
Seconda panchina di fuoco della serie A. La squadra che ha sofferto più di tutti sia in campo (salvandosi alla penultima giornata) sia fuoricampo (con più giocatori coinvolti nel calcioscommesse). Preziosi ha confermato De Canio e ha chiamato da Catania un dirigente fidato ed esperto come Lo Monaco. Basterà?

 

Juventus: Conte
Squadra che vince non si cambia. E neanche allenatore. Riconfermato il mister pugliese campione d’italia nonostante sia indagato nella vicenda del calcioscommesse. I maligni parlano di un Capello contattato dalla dirigenza in caso di una eventuale squalifica. Sono innocenti, fino a prova contraria…

 

Inter: Stramaccioni
Il tecnico nerazzurro vince distaccando tutti gli altri il premio allenatore più simpatico della serie A, vedere per credere questo video. Ha appena firmato un triennale che lo legherà alla squadra di Moratti fino al 2015.

 

Lazio: Petkovic
Lotito ha voluto stupire scegliendo un allenatore semi-sconosciuto con un passato recente sulla panchina del Sion, salvato nonostante una penalizzazione di 36 punti per illeciti sportivi. Il presidente romano di solito non sbaglia.

 

Milan: Allegri
Riconfermato nonostante la mancata vittoria del campionato bruci ancora in via Turati. Lui è a capo della banda rossonera dalle mille incertezze. Thiago o non Thiago? Ibra o non Ibra? Chi vivrà vedrà…

 

Napoli: Mazzarri
Ennesimo allenatore riconfermato nonostante il rapporto burrascoso con il suo presidente De Laurentiis. Partito Lavezzi dovrà trovare un sostituto all’altezza.

 

Parma: Donadoni
Non si poteva non confermare l’allenatore che ha portato la squadra emiliana a concludere il campionato con sette vittorie consecutive battendo il precedente record del club. Riusciranno però Ghirardi e Co. a trattenere Giovinco?

 

Palermo: Sannino
terza e utlima panchina burrascosa di serie A. Zamparini quest’anno ha deciso di andare sul sicuro scegliendo un allenatore tosto, carismatico, umile e sicuro di sè. Speriamo che sia la volta buona.

 

Pescara: ?
Partito Zeman, saltato l’accordo con Gasperini, la dirigenza Biancazzurra sembra orientata nell’affidare la panchina a FERRARA. Ottime le sue prestazioni in under 21 dove si è dimostrato capace di amalgamare un gruppo di giovani. Cosa che potrebbe essere necessaria nella squadra del presidente Sebastiani.

 

Roma: Zeman
Scelta totalmente di cuore quella del boemo. Tradito ed esonerato 13 anni fa, torna sulla panchina della Magica per completare il lavoro interrotto dopo quella disfatta datata 2 Giugno 1999. Sarà capace di riportare vittorie, oltre all’entusiasmo, in una delle panchine con più pressione al mondo?

 

Siena: ?
Dopo l’addio del d.s Perinetti che ha seguito il mister Sannino in quel di Palermo, per i sostituti si fanno i nomi di Pea (meravigliosa la sua cavalcata con il Sassuolo interrotta solo da un rigore dubbio concesso alla Sampdoria) e Cosmi (allenatore uscente a Lecce). La scelta toccherà al nuovo ds Osti. Attenzione però al calcioscommesse, che potrebbe incidere parecchio sulle sorti della squadra bianconera.

 

Torino: Ventura
Il presidente Cairo ha confermato il suo allenatore dopo il ritorno in serie A che mancava da tre anni. Ventura avrà a disposizione una squadra ed un gruppo consolidato, forte della strameritata promozione. Da valutare il futuro dei gioielli di famiglia, Ogbonna su tutti.

 

Udinese: Guidolin
Dopo l’annuncio a fine campionato di voler smettere l’allenatore friulano è tornato saldamente al timone del miracolo Udinese. Le voci di mercato vedono Asamoah e Isla in partenza verso Torino. Speriamo che Pozzo e Larini riescano a costruire una formazione in grado di superare il preliminare di Champions.

 

Sampdoria/Varese: ?
Qualsiasi decisione verrà rimandata a dopo la finale dei playoff.

0 Commenti a “Chi allenerà chi?

Rispondi