Top Players 2012

Torna l’Artichoke Blog che oggi chiede agli esperti del settore di premiare i migliori giocatori dell’anno calcistico a livello europeo. Ecco i top per ruolo degli specialisti di Contropiede.net.

 

 

 

Alberto Coghi

 

Portiere dico Manuel Neuer per tanti motivi: per i 1.147 minuti di imbattibilità, per aver ipnotizzato Kakà e CR7 al Bernabeu in semifinale, per aver dimostrato di valere 20 milioni di euro (alla faccia di De Gea). Il futuro è suo (il presente, purtroppo per lui, è ancora scandito da due sillabe uguali: GI-GI).

 

Difensore Se si valuta la stagione il miglior difensore è assolutamente Andrea Barzagli. Titolarissimo nella difesa di Conte (la meno battuta tra le big europee), uno dei migliori seguendo il rapporto qualità prezzo e MVP difensivo considerando la stagione passata. Il primo degli umani dopo TS.

 

Centrocampista Non si può non premiare uno dei citizens.  La disputa allora si riduce a due nomi: Yayà la luce o Silva l’architetto. Premio lo spagnolo perché è un Pirlo che gioca 20 metri più avanti con una naturalezza anormale. Testa alta, rapido e fenomenale nell’esaltare i compagni.

 

Attaccante Un solo coro: Radamel Falcao Garcia. El Tigre era arrivato con lo scopo di far dimenticare Aguero giustificando i 40 milioni spesi in estate, ha vinto (in finale da solo) al primo anno quello che il Kun ha vinto in 5. Un po’ Batigol e un po’ Crespo, comunque devastante.

 

 

 

Mattia Savoia

 

Portiere Il ruolo più difficile da valutare. Io scelgo Joe Hart, che altre volte ho criticato, ma quest’anno ha blindato la miglior difesa del campionato inglese e più di una volta si è reso autore di interventi spettacolari e decisivi. E poi, dico, un portiere inglese di questo livello fa sempre una certa impressione…

 

Difensore Lo devo ammettere, a me fa impazzire Mats Hummels, ma credo che non ci possano essere dubbi su chi è il vero dominatore della fase difensiva a livello europeo. Quando schieri uno come Thiago Silva hai sistemato non solo la difesa ma anche l’impostazione da dietro, divenuta ormai fondamentale nel calcio moderno.

 

Centrocampista Solo due hanno realmente spostato gli equilibri: Pirlo e Yayà Touré. Scelgo l’ivoriano perché ha piedi buoni, è duttile, svaria in lungo e in largo sia in orizzontale che in verticale, legna quando serve, è intelligente tatticamente, segna, corre ovunque e, ultimo ma non ultimo, ha trascinato di forza i suoi in una rimonta pazzesca.

 

Attaccante Qui è come andar di notte, doverne scegliere solo uno è eresia. Vince RVP (Robin Vam Persie), di un’incollatura su (in ordine) Falcao e Ronaldo. Ma l’olandese volante sforna una stagione pazzesca e conduce l’armata Brancaleone del voyeur di Strasburgo a un terzo posto che, viste le premesse, ha del clamoroso.

 

 

 

Marco Martellosio

 

Portiere Hart. Premio il portiere più giovane tra le squadre campioni; ha un buon futuro, si è dimostrato affidabile in più di una occasione e non a caso è il titolare della nazionale inglese.

 

Difensore Hummels ha fatto una stagione esemplare, da colonna difensiva della corazzata giallonera guidata da Klopp. Un caso che il City se fallisce l’assalto a Thiago Silva dirotti sul centrale tedesco? Non credo…

 

Centrocampista Touré lascia il Barça dopo aver vinto tutto e approda nel regno magico degli sceicchi con al seguito giovani promesse (Balotelli) e fenomeni in cerca di prime soddisfazioni (Agüero, Nasri, Silva). L’anno scorso decisivo in semi-finale di FA Cup contro i cugini e in finale contro lo Stoke, quest’anno fondamentale nella vittoria della premier! Mancini ti ha chiesto esperienza e sostanza, doti che non hai mai fatto mancare! Good job Yaya!

 

Attaccante Falcao. Non posso non premiare el Tigre, capocannoniere per due anni di fila in Europa League con 29 gol. Messi e Ronaldo hanno chi gli fa fare gol, lui i gol se li costruisce da solo, e che gol! Stampatevelo in testa questo nome: Radamel Garcia Falcao! Unico dubbio: l’Atletico l’ha pagato 40 milioni! A quanto lo venderà?

 

 

 

Giacomo Moccetti

 

Portiere Petr Cech. Forse non è stato il migliore nel corso della stagione, ma in finale di Champions ha parato un rigore nei supplementari, ripetendosi nella lotteria finale. Non mi è mai piaciuto tanto, ma un grande portiere deve essere decisivo nei momenti che contano, e lui lo è stato.

 

Difensore Vincent Kompany. Deve ancora crescere, ma ha vinto da protagonista e capitano la Premier League. E ha segnato il gol decisivo nel big match contro i cugini dello United.

 

Centrocampista Andrea Pirlo. Non ce n’è per nessuno: il miglior regista degli ultimi dieci anni ha guidato la sua nuova squadra allo scudetto quanto tanti lo davano per finito. Decisivo quanto un quarterback nel football americano.

 

Attaccante Didier Drogba. Come nella graduatoria del pallone d’oro contano i trofei vinti nel corso della stagione, pure io ne tengo conto. E Drogba ha vinto una Champions League da assoluto trascinatore. Ha trentaquattro anni, ma in giro ci sono pochi centravanti del suo livello.

 

 

 

Giacomo Rampinelli

 

Portiere Pronti via la scelta più difficile! Direi Neuer perché se davanti non hai un reparto arretrato di fenomeni e piazzi strisce di imbattibilità così! E poi alcune sue parate restano nella storia della stagione. Il picco nella semifinale di Champions contro il Real, con una prestazione da autentica saracinesca.

 

Difensore Qui vado a botta sicura. Ditemi che è un premio alla carriera e non all’annata, ditemi che oggi non è più all’altezza dei top nel suo ruolo e del suo compagno di reparto su tutti, ditemi che ha fatto cappellate che gli perdoniamo solo per l’età, ma qualcuno lo deve pur dare il premio a Tempesta Perfetta: grazie Alessando Nesta!

 

Centrocampista Bando al cuore e torniamo ai numeri, il mio voto a metà campo non può che andare a Yaya Touré. Semplicemente il più decisivo, il più completo, il più cattivo dell’anno solare nel suo ruolo, ha saputo fare letteralmente tutto, compresi i gol decisivi.

 

Attaccante Rimangio tutto! È questa la scelta più difficile! Ne avrei almeno 4 ma ne dico solo uno, che vince  grazie al giorno sabato 19/5: Drogba. Sembrava in declino con AVB e invece i cinesi, per fortuna, hanno dovuto aspettare fino a maggio per la sua firma e ce lo siamo potuti godere noi. Indomabile Didier.

0 Commenti a “Artichoke Blog: Oscar del calcio 2012 – Top Players

    1. facebook-profile-picture

Rispondi